Campi di Volontariato

Tanzania

Il Cope e ASSF hanno realizzato campi lavoro in Tanzania, per offrire un’occasione di conoscenza, condivisione e scambio. Il campo si e’ svolto nel villaggio di Nyololo dove il Cope, da alcuni anni, è impegnato tra l’altro in attività di promozione socio-sanitaria e nella gestione di un centro di assistenza per bambini orfani. In particolare i partecipanti al campo hanno avuto l’opportunità di visitare le strutture del centro di salute e di confrontarsi con il personale ospedaliero nell’ambito di momenti di incontro e reciproca conoscenza. Inoltre i campisti sono stati coinvolti nelle attività del progetto “Sisi ni kesho 2004” di assistenza ai bambini orfani che comprende due settori d’intervento: la casa d’accoglienza e la fattoria.

È possibile leggere le riflessioni di una giovane assistente sociale che ha partecipato al progetto in Tanzania nel 2013.

Estratto di Diario di una Giovane Assistente Sociale in Tanzania, di Tatiana Avignone

India

In collaborazione con l’associazione Gli Amici del Sorriso onlus si  svolto all’inizio del 2014 un campo di lavoro in Karnataka (India del Sud) con l’obiettivo di offrire ai partecipanti un’occasione di conoscenza della realtà di progetti di sviluppo, condivisione con i volontari cooperanti e scambio con operatori sociali locali. Il campo si è svolto nel contesto della missione di Vanaprastha, vicino al villaggio di Keseregere-Masti, che comprende una casa famiglia, una scuola con classi dalla materna fino alla terza classe superiore, un college, ed un ambulatorio medico. I campisti hanno avuto modo di confrontarsi con il personale dei vari settori e soprattutto di poter interagire con i bambini di età compresa tra i 2 e i 16 anni. I campisti hanno affiancato il personale della Vanaprastha in ogni loro attività: dalla cucina, alla scuola materna, alla scuola media, all’ambulatorio, ai lavori campestri e vari. L’obiettivo principale della Vanaprastha è tenere il bambino al centro del proprio interesse e dargli quella atmosfera familiare che la vita gli ha negato.

Per maggiori informazioni scriveteci una mail:
info@assistentisocialisenzafrontiere.it